Chiesa di Santa Caterina (sec. XVI)

Nel ‘500, insieme con le chiese di San Leonardo, San Sebastiano, San Nicola, e della Madonna dei Termini, è testimoniata la chiesa di Santa Caterina. Questa era allora sede di una confraternita identificabile, probabilmente, con quella attestata in seguito, nel <<1629>>. Nel ‘700 la chiesa era sede della congregazione di san Francesco d’Assisi. Ubicata nella ruga ‘e Santa Catarini, è dedicata a santa Caterina di Alessandria. Fino all’edificazione del cimitero comunale, avvenuta nella seconda metà dell’800, vi venivano seppelliti i morti adulti, mentre i corpi dei bambini trovavano sepoltura in uno spazio adiacente alla chiesa medesima denominato campusantu de‘ ccioma (camposanto dei bambini).
L’architettura della facciata è sobria. Al centro si apre il portale in pietra locale, a bugne piatte. La cella campanaria è terminata da una cuspide.
Nell’interno, a navata unica, l’altare di santa Caterina è in austeri marmi policromi. La pavimentazione del presbiterio e i gradini dell’altare sono in pietra locale. Sono collocate negli angoli laterali dell’ingresso due antiche acquasantiere a pila, una è in pietra locale e l’altra quasi interamente in pietra verde. Lignee sono le statue di santa Caterina d’Alessandria, di san Rocco e di san Gregorio. L’unica tela presente è del <<1896>>, raffigura la santa ed è opera di Francesco Ceravolo. È custodita nella sacrestia una campana del <<1890>>, opera di Provenzano da Cortale.

Contattaci!

Contattaci lasciando un messaggio attraverso questo form. Grazie

Sending

©2019 Developed with pride by noiTECH srls | Portale turistico ufficiale del Comune di Gasperina Provincia di Catanzaro - P.I./C.F. 00182150797

Log in with your credentials

Forgot your details?